Cos'è ? [Stazione di lavoro - Computer]

Una stazione di lavoro di prestampa (pre-press), non è altro che un computer (Macintosh o PC), adeguatamente "carrozzato" per essere utilizzato in lavorazioni di desktop-publishing.
In effetti, una corretta configurazione in termini di memoria RAM, memoria disco, scheda grafica etc.; è fondamentale per far si che su questi computers, possano funzionare tutti gli strumenti necessari in questo tipo di lavorazioni.


Le mie esperienze a riguardo.

Il mio primo approccio con il mondo dei computers avvenne nell '83. (avevo 14 anni)
L'incontro avvenne con l'ammasso di chip e resistenze che vedete qui sotto;
un glorioso SEGA SC-3000. Non era un computer vero e proprio, visto che derivava da una console di gioco sviluppata sempre dalla SEGA.

...però dotato dell'apposita cartuccia, disponeva di un ambiente di sviluppo in linguaggio BASIC.
(e di una strabiliante memoria RAM di ben 26Kbyte!!!)

Quindi come macchina didattica andava più che bene, aveva un solo scomodissimo difetto ... i tasti erano in gomma flessibile! digitare risultava d'avvero essere un impresa ardua.
Non essendo una piattaforma molto popolare, le riviste di settore dedicavano pochissimi articoli all' SC-3000, inoltre l'ambiente basic si rivelò quanto prima un pò strettino per le mie aspettative di glorioso programmatore!
Di lì a poco (1985) decisi allora di passare ad un nuovissimo e promettente C64!

...si apriva innanzi a me un intero universo fatto di "PEEK" e "POKE"! (a voi scoprire cosa sono ... :-)

...dopo poco il registratore di cui era dotato come supporto di memoria fisso, non bastò più, e mai sazio di nuove esperienze informatiche, munii il mio piccolo mostro di un bellissimo lettore di floppy da 5" e 1/4.

Il tutto risultava alquanto ingombrante sulla mia piccola scrivania da studente. Quindi, valutando anche le mirabolanti promesse di casa Commodore (riguardanti la nuova piattaforma Hardware), decisi di passare ad un C128; C128D in particolare, visto che non volevo rinunciare al lettore per floppy. (eravamo nel 1987)

In questo stesso anno facevo la mia prima conoscenza (in ambiente scolastico) dei sistemi IBM-286 con sistema operativo MS-DOS.

In campo ludico le richieste si facevano sempre più pressanti, e le ormai povere capacità del mio "emulatore C64" (alias C128D), non bastavano più. Si richiedeva il passaggio a qualcosa di veramente fenomenale, il sogno di tutti i teen-ager di quegli anni... l' "Amiga 500" !!!


Raggiunto l'apice della giocabilità ottenibile da un calcolatore, ormai gli interessi si spostavano su qualcosa di più professionale, su qualcosa di programmabile, su qualcosa che facesse sognare di poter raggiungere nuove vette informatiche. Fu così che nel 1989 feci il salto di piattaforma... acquistai il mio primo PC un fantastico clone i386.
Il primo impatto non fu dei migliori... infatti i giochi esistenti per A500, battevano, e di parecchio, quelli per PC. Ma la curiosità e la voglia di imparare cose nuove la facevano da padrone. Le prospettive e le espansioni offerte da un PC erano di gran lunga superiori a quelle offerte da casa Commodore.
Infatti nel giro di pochi anni (anche grazie all'avvento delle BBS prima e di internet poi), si ebbe il declino degli home computer, affiancato ad una crescita sempre maggiore di Personal Computers.
(questo fu vero fino all'avvento di console potentissime ed a basso costo. La Sony PlayStation fu la capostipite di questo nuovo mercato ludico, costava molto meno di un PC avendo di contro delle performance grafiche invidiate da qualasiasi altra piattaforma di gioco presente sul mercato).
Per queste macchine (non di marca), non era importante l'estetica (in effetti si assomigliavano tutte), ma il contenuto in termini di caratteristiche Hardware, ed essenzialmente dal processore che montavano.
Il mio primo fu un Intel i386 (1989)

Seguito da un Inte i486... (1991)

e subito dopo da un Intel Pentium (1991). Il 486 lo cambiai dopo pochi mesi ... era così simile ad un 386 in quanto a prestazioni, che la delusione mi spinse a cambiarlo subito.

Con l'assunzione in Agfa (1992), iniziai la mia esperienza verso la computer grafica ed il desktop-publishing.
Quii Macintosh la facevano da padrone, il mio ingresso nel mondo Mac fu quindi inaugurato da delle macchine LC.


Negli anni a venire ci fu un turbinio di nuove stazioni, ne cito solo alcune:

Quadra

PowerMac

G3

G4

G5

...ed i relativi rilasci di nuovi sistemi operativi:

Mac OS 6

Mac OS 7

Mac OS 8

Mac OS 9

Mac OS X

Lo stesso fu per le stazioni PC dove i processori divennero sempre più performanti, mentre i sistemi operativi diventavano sempre più esigenti:

Pentium II

Pentium III

Xeon

Multiprocessor

...ed i relativi sistemi operativi:

Dos

Windows 3.1

Windows NT4

Windows 95

Windows 98

Windows 2000

Windows 2003

Windows XP

Ad oggi la differenza fra stazioni Mac e Pc è pressochè inesistente, sia a livello hardware che software. Al di la di preferenze personali (quindi opinabili), entrambe le piattaforme (se correttamente configurate) possono essere utilizzate adeguatamente nel mondo della computergrafica.
In effetti potete vedere qui sotto, che anche il mitico styling delle macchine Mac, stato rincorso da quelle PC.

Compaq

HP

Dell


Non voglio asfissiarvi oltre.
Questa mia piccola storia del computer non vuole essere nè completa, nè tantomeno ufficiale.
Infatti le radici di quello che sono gli attuali computers partono da molto più lontano...
Per gli amanti della storia suggerisco questa Storia breve del calcolatore, in 7 pagine Pdf

Per chi volesse approfondire l'argomento date un occhaita ai seguenti links:

www.old-computers.com: sito di computers storici, completissimo e pieno di informazioni tecniche.
www.computermuseum.it: più contenuto ma in italiano.